Malgrà

 

L’azienda vitivinicola Malgrà ha sede a Mombaruzzo, nel cuore del Monferrato astigiano, in un’area dove il fascino, i colori e i profumi della viticoltura sono intensi, costituendo da sempre un emozionante palcoscenico naturale.

Fin dai suoi primi passi Malgrà si richiama a una sorta di ideale patto con il vigneto, in realtà un connubio improntato sulla comprensione delle dinamiche e delle necessità legate alla coltivazione e sul rispetto dei tempi dettati dalla natura. In sintesi, assecondando la vocazione dei diversi territori del vino del Piemonte: Monferrato, Langhe, Roero.

 Malgrà è una realtà produttiva che ben rappresenta il suo territorio, ubicato nel distretto vitivinicolo Langhe-Roero e Monferrato, un ambiente suggestivo e di straordinaria bellezza, riconosciuto Patrimonio dell’Umanità, nel 2014 dall’UNESCO. I vigneti di proprietà dell’Azienda Vitivinicola Malgrà si estendono oggi su 34 ettari. Sono dislocati per la quasi totalità nei comuni di Nizza Monferrato e Mombaruzzo nel territorio di Asti, area d’eccellenza per la produzione di grandi vini.

Tra gli appezzamenti di maggiori rilievo, sotto il profilo qualitativo, senza dubbio sono da evidenziare Mora di Sassi, Vigna Molina, Vigna del Laghetto, Gaiana e Fornace di Cerreto.

Malgrà deriva il proprio nome da un termine popolare utilizzato per indicare una persona considerata sui generis, un po’ veggente e un po’ sognatrice, quasi un sensitivo, profondamente legato alla terra, e in modo particolare, ai prodotti che, con il contributo dell’uomo, da essa prendono vita, come il vino. Nel nome, quindi, una missione: quella di produrre i grandi vini del Piemonte.

Così nascono i vini bianchi, con la loro migliore espressione del Gavi DOCG e del Moscato d’Asti DOCG e i vini rossi, o dolci o secchi, prodotti con il vitigno barbera che in Monferrato raggiunge vette di eccellenza assoluta con il Nizza DOCG e il Barbera d’Asti DOCG, nelle versioni “frizzante” e classica, oppure nella tipologia “superiore”.