Petterino


 

Un’atmosfera del tempo passato, tra persone che non conoscono l’uso di internet e comunicano con il telefono a filo posto su uno sgabello del cortile.
“Facevamo vino che vendevamo agli altri ma qualche amico ci ha spinto ad imbottigliare e a venderlo direttamente : la prima bottiglia con etichetta Petterino è del 1982”.

Due ettari di vigne, in ottime posizioni, e una produzione confidenziale di meno di diecimila bottiglie, un produttore, Marco Petterino, dal volto antico, saggio, ma non museale e polveroso, tradizionale nella migliore accezione del termine di questo Nebbiolo cento per cento di Gattinara!


Vini dal colore non intenso, ma luminoso, un bel rubino granato caldo, dai profumi autunnali, tutti lampone, foglie secche, tabacco, accenni di amaretto, e poi rose appassite dimenticate in fondo ad un cassetto, e poi corpo essenziale, fresco e vivo, con acidità che mordono e sono altrettanti lampi di luce e di energia, grande sapidità, andamenti verticali, freschi, petrosi, pieni di sale, che chiamano il cibo e se ne fregano altamente di degustazioni, responsi guidaioli e vaticini giornalistici pensati come sono per essere bevuti e goduti.